Questo sito contribuisce alla audience di

gestazióne

Guarda l'indice

Lessico

sf. [sec. XVIII; dal latino gestatíonis, da gestātus, pp. di gestāre, portare].

1) Periodo durante il quale l'embrione si accresce e si sviluppa nell'interno del corpo della madre. Fig., fase di allestimento, di preparazione di qualche cosa che maturerà o si svilupperà in seguito: in gestazione, in fase di allestimento, di lavorazione.

2) Ant., il farsi trasportare a cavallo o in carrozza.

Zoologia

La gestazione si verifica nelle specie vivipare e ovovivipare, cioè nei Mammiferi, in alcuni Rettili e Pesci (alcuni condritti e teleostei). Nei Mammiferi la gestazione avviene nell'utero, mentre in altri Vertebrati la funzione protettiva e nutritiva è assunta generalmente dalla porzione terminale dell'ovidutto o dal follicolo ovarico. Anche in alcuni Invertebrati (Dafnie, alcuni Briozoi e Lamellibranchi), si può osservare una sorta di gestazione, in quanto lo sviluppo embrionale avviene in particolari camere incubatrici. Nei Mammiferi la durata della gestazione varia enormemente e dipende, oltre che dalle dimensioni della specie, da altri fattori, soprattutto ambientali ed ereditari. Nei Marsupiali è di pochi giorni, da 11 a 40 secondo la specie, nei Carnivori e Roditori dura qualche mese, negli Ungulati parecchi mesi, più di un anno nella balena e 22 mesi nell'elefante. Negli animali domestici la gestazione dura: 30-32 giorni nella coniglia, 56-60 giorni nella gatta, 58-65 giorni nella cagna, 112-125 giorni nella scrofa, 145-155 giorni nella pecora, 280-290 giorni nella vacca, circa un anno nell'asina e nella giumenta. § Per la gestazione nella specie umana, vedi gravidanza.