Questo sito contribuisce alla audience di

gopuram

termine sanscrito che nell'architettura dell'India meridionale indica un edificio caratteristico, sviluppatosi sotto la dinastia Pāṇḍya (sec. XII-XIV) come torre-portale d'ingresso ai templi. La base del gopuram è costituita da un edificio a due piani sormontato da un'alta torre piramidale a numerosi piani sovrapposti (da ogni piano sporge un avancorpo a forma di casa con tetto a botte). Una ricca ornamentazione (figure e forme architettoniche) in materiali policromi è tipica di queste sovrastrutture, come appare nel tempio di Parthasarathi a Triplicana (Madras) del sec. XIX. Esempi antichi di gopuram sono a Cidambaram (tempio di Śiva, sec. XII), nella città sacra di Madurai (sec. XII-XVII), nel tempio di Sarangapani a Kumbakonam (sec. XVI).

Media


Non sono presenti media correlati