Questo sito contribuisce alla audience di

grèco

agg. e sm. (pl. m. -ci) [sec. XIII; dal latino Graecus].

1) Agg., che è proprio della Grecia o del popolo che la abita; che si riferisce alla Grecia classica, alla sua cultura, alla sua arte: l'arcipelago greco; la mitologia, la statuaria greca; lingua greca (o il greco, sm.); profilo greco, in cui tra la fronte e il naso non vi è rientranza. In particolare, Chiesa greca, espressione con la quale si intende sia la Chiesa ortodossa (per cui più esattamente si dice greca ortodossa o greca scismatica) diretta erede del Patriarcato di Costantinopoli e della “retta dottrina” formulata nei primi sette concili ecumenici e accettata dai Greci cristiani (per il suo sviluppo storico-dottrinario e la sua organizzazione amministrativa), sia quella rimasta fedele a Roma. Calendario greco, quello giuliano usato fino a poco tempo fa dalla Chiesa greca o quello della Grecia antica.

2) Sm., chi abita o è nativo della Grecia.

3) In meteorologia, lo stesso che grecale.

4) Vitigno diffuso specialmente nelle regioni meridionali dell'Italia, a uva rossa, nera e soprattutto bianca. Se ne ricavano buoni vini liquorosi da fuori pasto e da dessert, dal profumo aromatico, tipico dell'uva appassita (alcolicità 13-15 gradi). I più noti sono il greco bianco e nero di Calabria, il greco bianco del Vesuvio, il greco di Gerace.