Questo sito contribuisce alla audience di

idrochinóne

sm. [sec. XIX; idro-+chinone]. Composto chimico di formula bruta C6H6O₂ che appartiene alla serie dei difenoli e costituisce il para-difenolo più semplice. Si presenta come un solido cristallino di colore bianco; esposto all'azione dell'aria e della luce imbrunisce lentamente in seguito a fenomeni di ossidazione che portano a prodotti peciosi di colore scuro; fonde a 170 ºC ed è assai solubile in acqua e nei solventi organici ossigenati. In natura si rinviene, legato a una molecola di glucosio, nell'arbutina. Artificialmente si prepara per ossidazione dell'anilina con triossido di cromo o con biossido di manganese, ottenendo così il para-benzochinone che si riduce poi a idrochinone, in genere con biossido di zolfo. La riduzione del para-benzochinone a idrochinone è reversibile: l'idrochinone presenta infatti proprietà riducenti ed è tra l'altro capace di ridurre i sali di argento ad argento metallico. Su questa proprietà si basa il suo impiego quale sviluppo fotografico, al quale è destinata la maggior parte dell'idrochinone prodotto; un altro impiego è quello come antiossidante, nel quale però si preferiscono quasi sempre alcuni suoi derivati, come il di terz-butilidrochinone.

Media


Non sono presenti media correlati