Questo sito contribuisce alla audience di

induzióne (biologia)

azione svolta da particolari sostanze, quali gli ormoni, in grado di determinare una particolare risposta cellulare. Il fenomeno dell'induzione è stato scoperto intorno al 1900, quando l'embriologia sperimentale muoveva i suoi primi passi nel tentativo di capire i fenomeni responsabili del differenziamento embrionale. L'induzione può essere classificata in base a due diversi meccanismi: il primo, detto di induzione permissiva, si ha quando il tessuto bersaglio risponde al segnale, ma ritorna nella condizione iniziale non appena questo cessa di persistere; un esempio di tale induzione è dato dall'insulina e dal glucagone, in grado di generare negli organi bersaglio risposte rapide e transitorie, in relazione alla variazione della quantità di glucosio nel sangue. Il secondo, detto induzione per istruzione, prevede che le cellule rispondano al segnale differenziandosi e rimanendo tali per tutto il resto della vita. Ne sono esempi gli ormoni che inducono i caratteri sessuali secondari o l'ormone della crescita. In entrambi i casi le cellule sensibili all'induzione vengono definite competenti; la competenza all'induzione riflette l'espressione di recettori specifici per una data molecola, detta appunto induttore, la capacità di questi nel trasmettere il segnale all'interno della cellula stessa o la presenza di fattori di trascrizione necessari per stimolare l'espressione dei geni richiesti per mettere in atto il programma indotto. Durante lo sviluppo embrionale l'interazione fra le cellule gioca un ruolo cruciale nella determinazione dell'organizzazione delle cellule e dei tessuti; in molti casi, infatti, una popolazione cellulare induce lo sviluppo della vicina. Sia nei vertebrati che negli invertebrati e stata scoperta una famiglia di glicoproteine, dette TGF, che gioca un ruolo morfogeno grazie a una sua diversa concentrazione nei vari foglietti embrionali e in particolare nel mesoderma; questo a sua volta svolge il suo ruolo nell'induzione delle cellule epiteliali, regolando la formazione di alcuni organi interni come il fegato e il pancreas. Attualmente lo studio dell'induzione al differenziamento cellulare trova due applicazioni di tipo clinico: la terapia genica terapeutica e l'uso di cellule staminali.

Media


Non sono presenti media correlati