Questo sito contribuisce alla audience di

intonarumóri

sm. [sec. XX; impt. di intonare+rumore]. Nome generico di una serie di strumenti musicali concepiti e realizzati in ambito futurista da Luigi Russolo a cominciare dal 1913. Per mezzo di vari accorgimenti meccanici ed elettrici gli intonarumori erano in grado di produrre famiglie di rumori distinti secondo una scala di gradazioni dinamiche: stropicciatori, sibilatori, gorgogliatori, ronzatori, scoppiatori, ululatori, crepitatori, ecc. Gli intonarumori interessarono numerosi musicisti, tra cui A. Honegger e E. Varèse, ma furono in pratica utilizzati dal solo Russolo in concerti dimostrativi patrocinati dal movimento futurista.

Media


Non sono presenti media correlati