Questo sito contribuisce alla audience di

intubazióne

sf. [sec. XIX; da intubare]. In medicina, introduzione di una sonda o di un tubo in una cavità dell'organismo. Per esempio, nelle stenosi acute del laringe si pratica l' endotracheale mediante l'introduzione di un tubo nel lume tracheale attraverso il cavo orale. Questa pratica viene adottata sistematicamente quando sia necessaria una ventilazione assistita (come nel caso di pazienti in coma) e nel campo dell'anestesia generale, onde evitare gli inconvenienti da ostruzione respiratoria meccanica (spasmi laringei, accumulo di secrezioni locali, caduta della lingua, ecc.). L'intubazione endotracheale può essere realizzata attraverso il cavo orale ( orotracheale) o nasale ( rinotracheale). Nel caso di occlusione intestinale, allo scopo di rimuovere prima dell'intervento chirurgico il materiale ristagnante a monte dell'occlusione, si può praticare l' intestinale, sotto controllo radiologico, introducendo una lunga sonda attraverso una narice nello stomaco e nel duodeno fino a raggiungere l'ansa più distesa.

Media


Non sono presenti media correlati