Questo sito contribuisce alla audience di

inversóre

Guarda l'indice

Lessico

sm. [da inverso (aggettivo e sostantivo)].

1) Dispositivo atto a cambiare il senso del moto di un organo mantenendone inalterata la caratteristica e la linea di azione.È detto anche invertitore.

2) In aeronautica si dicono inversore di spinta i deviatori di getto montati posteriormente agli ugelli dei motori a turboreattore e utilizzati dagli aeroplani in primo luogo per decelerare nella fase di atterraggio dopo il contatto con la pista come importante complemento all'azione dei freni sulle ruote, soprattutto nel caso di piste bagnate.

3) Lo stesso che invertitore nel senso 2.

Meccanica

Gli inversori sono quasi esclusivamente a ingranaggi, raramente a ruote di frizione, e precisamente a ingranaggi cilindrici con ruota oziosa o ingranaggi conici. Sono formati da una scatola che presenta due assi, uno dei quali è collegato alla sorgente del moto, mentre attraverso il secondo l'inversore cede il moto rotando nel senso voluto. Il senso di rotazione dell'asse uscente è condizionato da una leva di comando presente sulla scatola dell'inversore. Quando i due alberi si trovano sullo stesso asse gli inversori si dicono coassiali. Questi dispositivi trovano largo impiego sulle macchine utensili, sugli argani, in applicazioni nautiche di piccola e media grandezza, cioè in tutti i casi nei quali l'utilizzatore deve poter girare in entrambi i sensi mentre il motore ruota in un senso solo. Su alcuni contagiri analogici sono applicati inversori che cinematicamente funzionano in senso inverso rispetto a quelli descritti precedentemente, cioè prendono il movimento in un senso onell'altro e lo cedono sempre nello stesso verso; in questo caso la manovra per invertire i cinematismi è effettuata automaticamente dal dispositivo stesso. Sono noti come inversori anche alcuni cinematismi della meccanica applicata sfruttanti concetti e principi della geometria proiettiva che eseguono meccanicamente una trasformazione per raggi vettori reciproci, o inversione, rispetto a un polo O. Conosciuti sono gli inversori di Hart e Peaucellieri quali sono costituiti da una serie di asticciole rigide articolate nelle giunzioni, scelte con dimensioni appropriate. Inoltre se il punto A descrive un arco di circonferenza passante per il polo O l'inversore diventa una guida rettilinea esatta in quanto il punto B descrive una retta verticale. Sono particolari inversori i meccanismi che trasformano un moto circolare in un moto rettilineo basandosi sulla proprietà dell'inversione di trasformare circonferenze in rette.

Media


Non sono presenti media correlati