Questo sito contribuisce alla audience di

iperazotemìa

sf. [sec. XX; iper-+azotemia]. Aumento patologico dell'azoto ureico del sangue (azotemia; 0,20-0,50 mg/100 ml nel siero). È indice di diminuzione della filtrazione glomerulare renale e quindi di insufficienza renale di vario grado e origine, con ripercussione soprattutto cerebrale.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti