Questo sito contribuisce alla audience di

ipercolesterolemìa

sf. [iper-+colesterolemia]. Aumento del tasso ematico di colesterolo totale oltre il livello normale, cioè 200 mg/dl di siero di sangue. La frazione più pericolosa è la LDL (Low Density Lipoprotein), mentre la HDL (High Density Lipoprotein) ha un ruolo protettivo. Esistono forme primarie di ipercolesterolemia, a origine genetica (ipercolesterolemia familiare), e forme secondarie a un'alimentazione ricca in grassi animali o a malattie sistemiche (diabete scompensato, ipotiroidismo, cirrosi avanzata, sindrome nefrosica). L'ipercolesterolemia è ritenuta uno dei fattori maggiormente responsabili dell'insorgenza dell'arteriosclerosi, che a sua volta favorisce la patologia ischemica cardiaca (angina pectoris e infarto del miocardio), cerebrale (ictus cerebri).

Media


Non sono presenti media correlati