Questo sito contribuisce alla audience di

ipocloridrìa

sf. [sec. XIX; da ipo-+cloridrico]. Diminuzione della concentrazione di acido cloridrico nel succo gastrico, caratteristica della gastrite ipocloridrica. Può essere provocata da stimoli psichici inibitori, alimentazione incongrua, predominanza del simpatico, farmaci; oppure da alterazioni della mucosa gastrica con ipersecrezione ghiandolare mucinica, o limitata funzione delle cellule parietali. I sintomi comprendono: anoressia, peso gastrico dopo il pasto con digestione laboriosa, eruttazioni, spesso diarrea e dimagramento. Si cura con dieta appropriata, amari prima dei pasti, preparati di acido cloridrico e pepsina dopo i pasti.

Media


Non sono presenti media correlati