Questo sito contribuisce alla audience di

ipoglicemìa

sf. [ipo-+glicemia]. Diminuzione del tasso ematico di glucosio al disotto dei valori normali. Può essere spontanea o provocata. La prima s'instaura per cause organiche (tumore o iperplasia delle isole pancreatiche, insufficienza epatica, glicogenosi epatica, diabete renale, ecc.) o funzionali (sforzi muscolari, gravidanza, allattamento, ecc.). Si manifesta con esagerato senso di fame e astenia (anche lipotimie o convulsioni) dopo digiuno anche breve o dopo sforzi fisici, accompagnato da irrequietezza, nervosismo, tremori, tachicardia; magrezza, pur con alimentazione abbondante. L'ipoglicemia può verificarsi pure nel corso di terapia insulinica del diabete mellito (ipoglicemia provocata) qualora il dosaggio dell'insulina sia eccessivo rispetto ai valori della glicemia.

Media


Non sono presenti media correlati