Questo sito contribuisce alla audience di

irDA

acronimo dell'inglese InfraRed Data Association, porta di comunicazione seriale a infrarossi, utilizzata per il trasferimento di dati tra due computer (per esempio, un fisso e un portatile) oppure tra un computer e un dispositivo come un palmare, una stampante o un cellulare, evitando di doverli collegare materialmente con un cavo. L'interfaccia utilizza un particolare dispositivo modulatore che converte segnali elettrici in impulsi luminosi, che vengono trasmessi a loro volta con raggi infrarossi tramite un LED o un diodo laser. Nel ricevitore, i segnali ottici ricevuti vengono convertiti nuovamente in segnali elettrici e veicolati all'interno del dispositivo ricevente. La trasmissione avviene in modalità half duplex, ossia, mentre uno dei dispositivi sta trasmettendo, l'altro può solamente ricevere, ma non inviare contemporaneamente segnali nel verso opposto. Perché il trasferimento possa avvenire senza difficoltà (trattandosi di emissioni luminose, anche se invisibili ad occhio umano), il trasmettitore deve poter “vedere” direttamente l'elemento che riceve i segnali; inoltre, i due dispositivi non possono essere a una distanza eccessiva l'uno dall'altro (non superiore a un metro). Nei dispositivi più lenti, la connessione avviene almeno a 9600 bps. Nei notebooks è possibile avere normalmente 115.200 bps (modalità irDA base) ottimizzabile fino a 4 Mbps (modalità FIR, ossia Fast InfraRed), attivando opportunamente la porta nel BIOS. Quando la comunicazione avviene tra due dispositivi con diversa velocità massima, lo standard prevede che la velocità effettiva venga negoziata direttamente tra gli apparecchi all'inizio della connessione, sincronizzandola su quella inferiore. Il primo standard pubblicato dall'irDA con il nome di irDA SIR risale al 30 giugno del 1994 e stabilisce le specifiche tecniche per trasmettere dati fino a un massimo di 115.220 bps. Standard successivi hanno portato la velocità massima a 576 Kbps, poi a 1,152 Mbps e ancora a 4 Mbps. L'aumento è stato ottenuto passando dal collegamento sull'interfaccia seriale a quello sul busPCI (Peripheral Component Interconnect) direttamente sulla piastra madre del computer.

Media


Non sono presenti media correlati