Questo sito contribuisce alla audience di

kurgan

sm. russo (pl. -ny). Tumulo di terra e pietre a copertura di tombe a fossa; i tipi più arcaici risalgono al III millennio a. C. ma la maggior concentrazione si ebbe nella prima metà del II millennio, particolarmente nel bacino inferiore del Volga; da qui la cultura dei kurgan, detta anche delle tombe ocrate per l'usanza di cospargere di ocra le salme, si diffuse ampiamente penetrando nei Paesi balcanici e dell'Europa centro-settentrionale. Questo tipo di sepoltura sembra essere propria di popolazioni nomadiche delle steppe euroasiatiche; per questo motivo il termine di kurgan è stato utilizzato dagli studiosi sovietici e dell'Europa orientale per indicare anche tumuli appartenenti a facies culturali della tarda preistoria. Non è del resto raro il fenomeno della riutilizzazione, soprattutto nella zona del Volga, di kurgan dell'Età del Bronzo per sepolture di età Sauromata o Sarmata.

Media


Non sono presenti media correlati