Questo sito contribuisce alla audience di

lantànio

sm. [sec. XIX; dal greco lanthánō, star nascosto]. Elemento chimico di simbolo La, peso atomico 138,90 e numero atomico 57. Nella crosta terrestre è contenuto in media nella quantità di 19 g/t, sempre accompagnato dagli altri elementi della famiglia cui dà il nome, i lantanidi. Il lantanio metallico presenta un aspetto simile al ferro, lucente sulle superfici appena tagliate, ma che a contatto con l'aria diviene rapidamente opaco per ossidazione; fonde a 920 ºC e ha un peso specifico di 6,16. Nei suoi composti, in genere incolori, il lantanio presenta carattere metallico ed è sempre trivalente; l'idrossido La(OH)3 è un solido bianco, insolubile in acqua ma facilmente solubile negli acidi trasformandosi nei corrispondenti sali di lantanio; riscaldato a 380 ºC si trasforma nell'ossido La2O3. La maggior parte dei sali di lantanio, come per esempio il cloruro, il solfato e il nitrato, sono facilmente solubili in acqua e cristallizzano dalle loro soluzioni sotto forma di sali idrati. Il lantanio e i suoi composti allo stato puro non trovano applicazioni di rilievo.