Questo sito contribuisce alla audience di

lanzichenécco

sm. (pl. -chi) [sec. XV; dal tedesco Landsknecht, propr. soldato dei Paesi (imperiali)]. Soldato di uno speciale corpo mercenario di fanteria, di origine tedesca, che durante i sec. XV-XVII combatteva nell'Europa occidentale: l'invasione dei lanzichenecchi. Fig., sgherro al servizio di un potente, bravo. § Abili nell'uso delle armi (specialmente d'una spada particolare detta lanzichenecca), questi corpi furono istituiti dall'imperatore Massimiliano di Asburgo per fronteggiare le truppe svizzere che agivano al servizio dei sovrani francesi. Guidati da ufficiali reclutati tra i nobili, i lanzichenecchi provvedevano le armi a proprie spese ed erano incolonnati in reggimenti, costituiti da 10 a 16 compagnie. La loro fama di temibili guerrieri rifulse particolarmente nelle battaglie di Ravenna (1512) e di Pavia (1525). Nel 1527, malpagati dall'imperatore Carlo V che li aveva assoldati, privi del loro condottiero, il conestabile di Borbone, i lanzichenecchi dopo aver assediato Roma dilagarono per la città saccheggiandola orribilmente. In Italia i lanzichenecchi (chiamati lanzi) furono assoldati da Cosimo de' Medici e da Paolo III.

Media

Lanzichenecco.