Questo sito contribuisce alla audience di

logìstica

sf. [sec. XVI; dal greco logistike (téchnē), (arte) del contare].

1) Nei primi anni del secolo, la logica simbolica, o logica matematica, di G. Peano, B. Russell, ecc.; oggi il termine è in disuso.

2) Branca dell'arte militare che si occupa di tutte le attività che consentono agli eserciti di vivere e di muoversi e, in guerra, di combattere. § Nell'antichità e fino a un passato relativamente recente gli eserciti risolvevano il problema logistico (in origine limitato al vettovagliamento) sfruttando le risorse locali, mediante la requisizione e la confisca. Bisogna arrivare fino al sec. XVI con Gustavo II Adolfo per trovare il primo esempio di incetta e immagazzinamento dei generi necessari e soltanto due secoli dopo i servizi logistici ebbero una organizzazione vera e propria negli eserciti di Federico il Grande e di Napoleone. La logistica ebbe uno sviluppo di vaste proporzioni nei due conflitti mondiali del nostro secolo, specialmente nel secondo, anche perché il primo si è manifestato come guerra essenzialmente di posizione. Il trascorrere del tempo ha messo via via a disposizione della logistica mezzi e tecniche sempre più perfezionati, ma l'ha contemporaneamente trasformata in un problema di grande complessità che deve essere affrontato in parallelo con il problema operativo e che spesso lo condiziona. Oggi il termine comprende le operazioni logistiche, che riguardano il movimento delle truppe e il loro stazionamento, e i servizi logistici, che provvedono alle attività logistiche fondamentali (approvvigionamento, conservazione e distribuzione; ricuperi, sgomberi e riparazioni; attività sanitarie; trasporti). I servizi logistici si distinguono in territoriali e di campagna. A livello di armata l'organizzazione fa capo a una Intendenza, mentre ai livelli inferiori gli organi direttivi sono costituiti da uffici logistici o sezioni servizi che fanno parte dello Stato Maggiore del rispettivo comando. Gli organi esecutivi sono costituiti dagli stabilimenti, laboratori, depositi, magazzini, officine, strutture sanitarie e reparti opportunamente organizzati ed equipaggiati. La logistica navale, oltre che di basi perfettamente attrezzate, si vale di navi ausiliarie con larghe scorte di materiale, le quali fanno da tramite tra le zone di operazione e le basi. La logistica aeronautica si regge sulle reti di aeroporti principali o avanzati riforniti dei materiali di più largo consumo e dotati di officine attrezzate per la manutenzione e la riparazione dei velivoli.

Media


Non sono presenti media correlati