Questo sito contribuisce alla audience di

lucìfero

agg. e sm. lett. [sec. XIII; dal latino Lucífer-fĕri].

1) Agg., che dà luce, che reca luce.

2) Sm., poetico, nome dato al pianeta Venere nelle sue apparizioni mattutine.

3) Attributo riconosciuto al principe degli angeli prima che la sua ribellione a Dio lo mutasse in capo dei demoni. La denominazione si trova per la prima volta in Isaia (14,12), dove il profeta chiama Lucifero il re di Babilonia, prima in possesso del suo splendore e poi decaduto. L'epiteto fu applicato a Satana dalla Bibbia dei Settanta e dalla Volgata. Fig., persona rabbiosa e feroce o estremamente superba: è un lucifero di superbia.

Media


Non sono presenti media correlati