Questo sito contribuisce alla audience di

lume

sm. [sec. XIV; latino lumen].

1) Radiazione luminosa, chiarore, luce piuttosto debole di origine naturale o artificiale: il lume delle stelle; leggere a lume di candela; far lume, reggere una lampada, una candela e simili, in modo da permettere ad altri di vedere meglio qualche cosa. Per estensione, poetico, astro, stella.

2) Concretamente, apparecchio per l'illuminazione, specialmente portatile e non di tipo elettrico: spegnere il lume; lume a petrolio, a gas; arrivare quando sono spenti i lumi, arrivare tardi a uno spettacolo, a una riunione e simili.

3) In senso fig.: A) il lume degli occhi, la vista; perdere il lume degli occhi, andare su tutte le furie, non vederci più dall'ira. B) Il lume della ragione, la facoltà di ragionare; perdere il lume della ragione, perdere la facoltà di ragionare e, per estensione, lasciarsi prendere dall'ira. Quindi, ciò che illumina l'intelletto, la mente; spiegazione, ammaestramento, consiglio: il lume della scienza; il secolo dei lumi, il sec. XVIII, l'epoca dell'illuminismo. Lett., gloria; anche persona di grandi doti, di meriti eccezionali. Poetico, al pl., gli occhi.

4) In anatomia, lo spazio interno di un organo cavo o di un canale (lume di un'arteria o di una vena, lume intestinale).

Media


Non sono presenti media correlati
. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->