Questo sito contribuisce alla audience di

màlico

agg. [sec. XVIII; dal latino malum, mela, da cui fu originariamente estratto]. Acido malico, acido bicarbossilico con formula

largamente diffuso nel regno animale e vegetale. L'isomero levogiro è presente in forti concentrazioni in alcune varietà di frutta (uva, ciliege, mele mature). Si forma per addizione di una molecola di acqua all'acido fumarico. Nei tessuti animali l'acido malico si trasforma in acido piruvico in presenza del coenzima NADP e rappresenta quindi uno dei prodotti di partenza della neosintesi del glucosio dai piruvati.

Media


Non sono presenti media correlati