Questo sito contribuisce alla audience di

magistrale

agg. [sec. XIII; dal latino tardo magistrālis, da magister, maestro].

1) Che si riferisce ai maestri in quanto categoria professionale: concorsi, esami magistrali; istituto magistrale, corso di studi quadriennale, cui si accede con la licenza media, per la preparazione dei maestri elementari; per estensione, tipico del maestro, cattedratico (per lo più ironico e scherzoso): tono magistrale; la sgridò con severità magistrale. § L'istitutomagistrale, che conclude il corso di studi con un esame di Stato di abilitazione magistrale, dopo il quale si consegue il diploma di maestro elementare, deriva dall'antica scuola normale ma, a differenza di quella, ha un'impostazione più umanistica e meno professionale comprendendo fra le materie di studio anche il latino e la filosofia. Fu così denominato nel 1923 in seguito alla riforma Gentile. Nel 1945 i programmi dell'istituto magistrale venivano aggiornati e fra le materie d'insegnamento erano inserite psicologia e pratica del tirocinio. Ad alcuni istituti è annesso un giardino d'infanzia per la pratica didattica. La scuola magistrale forma gli insegnanti delle scuole materne e ha una durata di quattro anni.

2) Che denota grande capacità e abilità, eccellente: un'esecuzione magistrale; ha giocato in modo magistrale.

3) Detto di farmaco preparato espressamente seguendo la prescrizione del medico.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti