Questo sito contribuisce alla audience di

mitòsi

sf. [sec. XX; dall'inglese mitosis, tratto dal greco mítos, filo, ordito]. Divisione cellulare indiretta, detta anche cariocinesi, mediante la quale i cromatidi gemelli, derivati dalla suddivisione longitudinale di ciascun cromosoma di una cellula, si distribuiscono nelle due cellule figlie di quest'ultima in modo che ciascun cromosoma venga rappresentato in esse una sola volta. La mitosi assicura quindi un corredo cromosomico costante, tipico della specie cui l'organismo appartiene. Nella mitosi si distinguono quattro stadi fondamentali: profase, metafase, anafase, telofase. In profase i cromosomi appaiono come filamenti lunghi e sottili, più o meno avvolti e intrecciati, che vanno via via ingrossandosi e spiralizzandosi, fino a raggiungere 1/10 della lunghezza iniziale. In ognuno di essi si evidenzia sempre più chiaramente il centro motore, detto centromero; membrana nucleare e nucleolo vanno sparendo, mentre dai centrioli, migrati ai poli opposti della cellula, si organizza il fuso acromatico, costituito da fibre continue (o mantellari), che vanno da un polo all'altro, e fibre cromosomiali che prendono contatto con i centromeri. In metafase i cromosomi si muovono e si dispongono a formare la piastra equatoriale (equatore) del fuso ripiegandosi a V, con le braccia che sporgono nel citoplasma e con i centromeri interni, formando così una tipica figura stellata (aster). Segue la scissione sincrona di ogni centromero in due granuli, ognuno dei quali trascina il cromatidio cui è collegato migrando ai due poli cellulari. Segue l'anafase, in cui si formano due gruppi di cromatidi, che si possono ormai chiamare cromosomi figli. In telofase la separazione dei cromosomi è completa, si ricostituiscono due membrane nucleari attorno ai nuovi nuclei, i cromosomi appaiono nuovamente distesi e a forma di spirale. Contemporaneamente avviene la citodieresi, cioè la divisione del citoplasma nelle due cellule figlie. Il nucleo acquista poi la morfologia tipica della fase di riposo o fase intercinetica (intercinesi o interfase).

Bibliografia

J. Brachet, Biochemical Cytology, New York, 1957; S. L. Palay, Frontiers in Cytology, New Haven, 1958; A. Berkaloff, J. Bourguet, P. P. Favard, M. M. Guinnebault, La cellula. Fisiologia, Milano, 1970; C. U. M Smith, Biologia molecolare, Milano, 1970; S. Passero, G. De Simone, Citologia, Roma, 1984.

Sapere in video

La mitosi

Guarda il video!

Media


Non sono presenti media correlati