Questo sito contribuisce alla audience di

monzonite

sf. [sec. XIX; dal nome del gruppo montuoso dei Monzoni]. Roccia intrusiva olocristallina a grana media, con struttura granulare ipidiomorfa, raramente porfirica. La composizione media modale delle monzoniti è data dal 25-40% di ortoclasio pertitico, dal 25-40% di plagioclasio di tipo andesitico e dal 20-40% di minerali melanocratici, come biotite, anfibolo (orneblenda verde) e pirosseno (augite o augite diopsidica), e accessori (titanite, apatite, zircone, minerali opachi). Quarzo o feldspatoidi possono comparire in piccole quantità, rispettivamente fino al 5 e al 10%; se il quarzo oscilla tra il 5 e il 20%, la roccia viene definita quarzomonzonite. L'ortoclasio è generalmente allotriomorfo rispetto al plagioclasio e talvolta in grandi cristalli ingloba tutti gli altri componenti tranne il quarzo, conferendo alla roccia una struttura pecilitica. Le monzoniti sono tipiche della zona Predazzo-Monzoni; si trovano anche in Norvegia, nell'isola di Sahalin, nel Montana (USA), ecc.