Questo sito contribuisce alla audience di

nettùnio (chimica)

sm. [sec. XX; dal nome di Nettuno]. Elemento chimico artificiale della serie degli elementi transuranici, di simbolo Np e di numero atomico 93. Del nettunio sono noti parecchi isotopi, tutti ottenuti attraverso processi di bombardamento nucleare: quello più importante, il Np 237, si forma in quantità considerevoli nei reattori nucleari per bombardamento neutronico dell'uranio 238. Tra gli isotopi del nettunio , tutti radioattivi, quello di gran lunga più stabile è il Np 237, che emette radiazioni α e presenta un periodo di semitrasformazione di 2,14∤106 anni, tale da consentire di maneggiarlo e studiarlo senza problemi; esso può inoltre venire abbastanza facilmente separato dall'uranio e dal plutonio che lo accompagnano nel combustibile nucleare esausto scaricato dai reattori, sfruttando il diverso grado di stabilità dei tre elementi nei vari stati di ossidazione. Il nettunio metallico è di colore argenteo e assai malleabile; fonde a 640 ºC.

Media


Non sono presenti media correlati