Questo sito contribuisce alla audience di

nosocomiale

agg. [da nosocomio]. Proprio di un nosocomio. § Infezione nosocomiale: infezione che colpisce i ricoverati in ospedale, specie i lungodegenti per malattie debilitanti sottoposti a prolungate terapie. L'introduzione di cateteri o sonde che alterano le difese delle mucose e facilitano il virulentarsi della flora locale (per esempio quella delle vie urinarie, da cui spesso hanno origine le infezioni nosocomiali) va considerato uno dei maggiori fattori predisponenti. Oltre alle vie urinarie i distretti più colpiti sono i polmoni (polmoniti e broncopolmoniti). Si possono avere anche batteriemie per penetrazione dei germi nel sangue e infezioni delle ferite chirurgiche postoperatorie, specialmente dopo interventi ampiamente demolitivi, di lunga durata, effettuati su soggetti in precarie condizioni generali. La principale caratteristica delle infezioni, che è anche all'origine della difficoltà di intervento terapeutico, è la frequente resistenza posseduta dai germi responsabili nei confronti dei comuni antibiotici e chemioterapici, ciò mette in evidenza l'importanza di una corretta profilassi che può consentire di ridurre al minimo i rischi di infezione.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti