Questo sito contribuisce alla audience di

occupare

v. tr. (ind. pr. òccupo, ant. o poet. occùpo) [sec. XIII; dal latino occupāre].

1) Prendere possesso di un luogo, stabilirvisi pacificamente, con la forza o per diritto: occupare un territorio; gli operai hanno occupato la fabbrica;occupare un appartamento, andarvi ad abitare; occupare un sedile, riservarselo.

2) Riempire uno spazio, ingombrare: l'automobile occupava il passaggio; estensivo: l'introduzione occupa la prima parte del libro.

3) Con vari sensi fig.: A) rivestire un incarico, esercitare un ufficio e simili: occupare un posto di fiducia; occupare una cattedra universitaria. B) Tenere impegnato, assorbire in senso spirituale o intellettuale: i tormenti che occupano l'animo umano. Più spesso, tenere impegnato in particolare attività o interessi: la ricerca l'ha occupato diverse settimane; dare a qualcuno un lavoro o un'occupazione: l'hanno occupato in banca. C) Impiegare, utilizzare, riferito al tempo: occupa con la caccia tutti i giorni liberi.

4) Rifl., dedicarsi abitualmente a un'attività, a un interesse: occuparsi di sociologia; prendersi cura: dobbiamo occuparci di quel poveretto; estensivo, impicciarsi: non occuparti di cose che non ti riguardano.

5) Essere assunto in un lavoro.

Media


Non sono presenti media correlati