Questo sito contribuisce alla audience di

ossidoriduzióne

sf. [da ossid(azione)+riduzione]. Reazione che comporta una variazione significativa dell'elettronegatività relativa tra un dato atomo e gli atomi coi quali risulta legato prima e dopo la reazione, e una variazione opposta nei confronti degli atomi coi quali l'atomo in questione è entrato in contatto. La reazione di ossidoriduzione è pertanto la combinazione di due semireazioni, una di ossidazione e una di riduzione: nel complesso il numero (n) di elettroni (e) acquistati dalla specie ossidante (ox), che pertanto si riduce, deve essere uguale al numero di elettroni ceduti dal datore di elettroni, la specie riducente (red), che quindi si ossida.

i potenziali standard degli elettrodi presentati dalle specie ossidanti e riducenti (scala dei potenziali redox) in modo che il potere riducente decresca dall'alto verso il basso, mentre cresce quello ossidante, un dato agente ossidante è in grado di ossidare tutti i riducenti che lo precedono, mentre un dato agente riducente è capace di ridurre tutti gli ossidanti che lo seguono. Si può pertanto, conoscendo i potenziali elettrodici di due semireazioni qualsiasi, stabilire in quale senso la reazione globale tende a procedere spontaneamente.

Media


Non sono presenti media correlati