Questo sito contribuisce alla audience di

osteomielite

sf. [sec. XIX; osteo-+mielite]. Processo infettivo dell'osso provocato da germi piogeni (cioè quelli che determinano la produzione di pus). Ne esistono forme acute e forme croniche. Le prime sono causate in genere da Staphylococcus aureus e colpiscono soprattutto bambini e adolescenti. Si localizzano più spesso alla spalla e al ginocchio. Generalmente i microrganismi provengono, attraverso il circolo sanguigno, da un focolaio infettivo (per esempio una tonsilla infetta, ecc). Tali forme compaiono all'improvviso con febbre, dolore molto intenso e riduzione dei movimenti del segmento colpito. La terapia si basa sulla somministrazione di antibiotici e sull'immobilizzazione, con apparecchio gessato, per 10-15 giorni. In alcuni casi l'osteomielite può cronicizzarsi: il trattamento consiste allora nell'asportazione chirurgica del tessuto infetto.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti