Questo sito contribuisce alla audience di

ototossicità

sf. [oto-+tossicità]. Potenziale lesività sull'apparato uditivo, caratteristica di alcune sostanze, inclusi alcuni farmaci. In particolare, l'azione nociva si esplica a carico del nervo acustico, producendo una più o meno grave riduzione della capacità uditiva. Inoltre, poiché il nervo acustico origina dallo stesso paio di nervi cranici del nervo vestibolare, spesso oltre al deficit uditivo compaiono disturbi tipo vertigini, nausea, ecc. Tra i farmaci più frequentemente implicati in fenomeni di ototossicità si annoverano alcuni antibiotici (in particolare la streptomicina) e, in minor grado, l'aspirina e il chinino. Peraltro, l'ototossicità è stato un disturbo diffuso soprattutto in passato: attualmente la conoscenza del problema (che si verifica solo per somministrazioni prolungate e di alte dosi) permette di monitorare l'ototossicità e di interrompere il trattamento prima che si verifichino danni importanti.

Media


Non sono presenti media correlati