Questo sito contribuisce alla audience di

pàredro o parèdro

agg. e sm. (f. -a) [sec. XIX; dal greco páredros, propr. che siede accanto].

1) Nell'antica Atene era il nome dato ai segretari (due ognuno) degli arconti eponimi, re e poliarca. Avevano il titolo di magistrato con l'obbligo di dar conto della loro amministrazione, ma non pare avessero voto deliberativo. Fra tutti gli altri magistrati erano scelti e non sorteggiati.

2) In religione la paredro era la dea che si accompagnava a un dio, spesso come moglie, assolvendo gli stessi compiti: per esempio, a Babilonia la dea Ninki, la signora della Terra, era la paredro di Ea-Enki, il signore della Terra. Il termine è anche riferito a una divinità minore associata nel culto a una maggiore o a ciascuna delle divinità costituenti una coppia rispetto all'altra (per esempio Iside e Osiride).