Questo sito contribuisce alla audience di

pàttino

sm. [sec. XVII; dal francese patin, da patte, zampa].

1) Nello sport, attrezzo costituito da una lama di acciaio con la punta incurvata applicata a scarpe speciali; la lama ha lunghezza e spessore diversi secondo l'esercizio cui è destinato il pattino. Pattino a rotelle, attrezzo costituito da una piastra di metallo retta da quattro rotelle folli atta a essere applicata alla scarpa.

2) In etnologia, pattino da neve, sorta di striscia di legno o di corteccia levigata che, applicata sotto i mocassini, viene usata da vari popoli artici per spostarsi rapidamente sulla neve. Da questo, probabilmente, derivano gli sci.

3) In aeronautica, organo per la presa di contatto col terreno di un velivolo, oggi utilizzato quasi esclusivamente negli alianti. Piccoli pattini proteggono il cono terminale della fusoliera su aerei con carrello triciclo anteriore, e vengono impiegati come punto d'appoggio in coda, in luogo del più diffuso ruotino, su aerei con carrello triciclo posteriore. Carrelli a pattini, per esigenze di leggerezza e di aeroelasticità, sono frequentemente impiegati in elicotteri di peso non troppo elevato.

4) Nei freni a ceppi, elemento costituito da materiale con un notevole attrito superficiale e che si usura più facilmente delle superfici metalliche su cui viene premuto durante l'azione di frenatura.

5) In elettrotecnica, parte attiva di un contatto strisciante. Per il freno elettromagnetico a pattini, vedi freno.

Collegamenti