Questo sito contribuisce alla audience di

piano (edilizia)

spazio compreso tra la faccia superiore di un solaio (pavimento) e la faccia inferiore del solaio sovrastante (soffitto), in cui sono disposte stanze e ambienti interni o esterni, formanti uno o più appartamenti. Si intende sia il piano orizzontale, praticabile, di un edificio, sia qualsiasi superficie di riferimento della costruzione. Il piano di fondazione è il piano che costituisce la base di appoggio delle fondazioni stesse di un edificio; il piano di posa indica la superficie di una struttura in costruzione, predisposta all'attacco di membrature diverse e alla prosecuzione dei lavori in elevazione; il piano di calpestio è ogni piano sul quale avviene il passaggio di persone. In riferimento a un edificio di abitazione, per piano si intende una porzione di questo compresa tra due orizzontamenti successivi: i piani vengono numerati dal basso verso l'alto e distinti in entroterra e fuoriterra secondo che siano al di sotto o al di sopra della superficie del terreno e assumono denominazioni diverse in base a caratteristiche particolari. Si distinguono: il piano seminterrato, parzialmente al di sotto del piano di campagna, viene usato oltre che per depositi anche per abitazione, se opportunamente isolato e fornito di finestre sulla parte del piano posta al di sopra della quota del terreno; il piano terra o pianterreno, posto al livello della linea di campagna, all'interno di un edificio multipiano assume funzioni particolari in quanto consente l'accesso allo stabile e da questo, attraverso sistemi di smistamento, quali scale e ascensori, ai piani fuoriterra o entroterra; il piano ammezzato è un piano abitabile, di altezza inferiore rispetto al piano tipo, posto tra il piano terra e il primo piano; il piano rialzato ha, invece, altezza leggermente superiore al piano di campagna e generalmente è sovrastante a un piano seminterrato; il piano scantinato o cantinato è posto al di sotto della quota naturale del terreno, utilizzando parzialmente lo spazio ottenuto attraverso lo scavo effettuato per gettare le fondazioni, viene generalmente adibito all'installazione di garage, depositi e cantine, impianti termici centralizzati; il piano attico è quello costruito al di sopra della cornice di coronamento di un fabbricato o comunque è l'ultimo piano, di norma parzialmente arretrato rispetto ai sottostanti; il piano sopraelevato è, invece, quello situato al di sopra della linea di gronda di un edificio e si differenzia dall'attico perché generalmente viene aggiunto in una fase successiva alla costruzione originaria; il piano superattico è quello costruito sopra al piano attico; si dice piano nobile il primo piano quando questo si distingue rispetto agli altri per preminenza funzionale e dimensionale.

Collegamenti