Questo sito contribuisce alla audience di

pietismo

Guarda l'indice

Lessico

sm. [sec. XVIII; da pietà, sul modello del francese piétisme].

1) Movimento di riforme religiose sorto in seno al protestantesimo tedesco intorno al 1670 in opposizione all'irrigidimento dogmatico e all'avvenuta ricostituzione di un'ortodossia intollerante e gerarchizzata.

2) Nell'uso comune, sentimento o atteggiamento di pietà affettata, non reale.

Religione

Innestandosi su una pressoché ininterrotta tradizione mistica, il pietismo segnala la maturazione irreversibile dell'individualismo moderno che reclama un rapporto personale, antistituzionale con Dio. Precursore di questa religione del “cuore” può considerarsi J. Arndt, ma le prime riunioni di “pietisti” (che furono detti anche Stille im Lande, i mansueti della terra) ebbero luogo a Francoforte a partire dal 1670 per impulso di Ph. J. Spener, e dal loro nome “Collegia pietatis” (riunioni di religiosità) discende il nome del movimento. Continuatore di Spener fu, a Halle in Sassonia, A. H. Francke (1663-1727), il quale creò istituzioni educative improntate allo spirito del pietismo, mentre altri centri vivaci furono successivamente le città del Württemberg e la Slesia. Comunità pietistiche sorsero anche in Russia e nell'America del Nord. Movimento diffuso in prevalenza nei ceti colti, ha in comune con le correnti illuministiche la tolleranza aconfessionale e rappresenta il lievito religioso del più vasto movimento dell'Empfindsamkeit, col quale condivide lo stesso culto della comunione di anime nell'amicizia, la tematica morale e l'inclinazione alla rêverie.

Letteratura

Il pietismo, che diede un importante contributo all'evoluzione della lingua tedesca, ispirò la lirica religiosa (Zinzendorf, G. Arnold, Gellert) e il Messias di Klopstock, ma soprattutto un nuovo genere letterario, la confessione autobiografica (il cui più noto rappresentante è Jung-Stilling ), che si evolverà nel romanzo in lettere. Del pietismo risentono i poeti del Göttinger Hain, il Werther e il Guglielmo Meister di Goethe e il romanticismo. La matrice pietistica è infine chiaramente riconoscibile nei romanzi di Hesse. § Il pietismo diffuse, inoltre, un metodo pedagogico basato sull'universalità dell'istruzione, sull'accordo di cultura e vita, sulla valorizzazione del lavoro come fattore educativo e sulla presa di coscienza del valore delle pulsioni naturali. La diffusione della pedagogia pietistica ha influito sull'istituzione di scuole a indirizzo scientifico moderno, come le Realschulen.