Questo sito contribuisce alla audience di

plagale

agg. [sec. XVI; dal latino tardo plagālis, da plaga, colpo, incrociato con il greco plágios, obliquo, digradante].

1) Nell'antica teoria gregoriana indicava, degli otto totali, ciascuno dei quattro modi pari ricavati dai quattro dispari (detti autentici).

2) Nell'armonia tonale, cadenza conclusiva di brano musicale che arriva alla tonica dal quarto grado anziché dal quinto.

Collegamenti