Questo sito contribuisce alla audience di

polacca (lessico)

sf. [sec. XIX; da polacco].

1) Danza nazionale della Polonia, di carattere solenne e festoso, di ritmo ternario e di tempo moderato, nota anche col nome francese di polonaise. Contrariamente ad altre danze slave non ha origine popolare, ma, a iniziare dal Cinquecento, una ricca documentazione nell'ambito della musica colta. Solo dal Settecento, tuttavia, la forma presenta le caratteristiche strutturali che le rimarranno tipiche; significative in questo senso sono le polacche di Bach e di Händel, che aprirono la via a una tradizione illustrata dai nomi di Mozart, Beethoven, Schubert, Weber, Liszt. Ma è indubbio che le polacche più celebri, oltre che artisticamente più significative, sono quelle di Chopin, che ne fece un simbolo dei valori più profondi dell'animo polacco.

2) Giacca da donna di moda dopo il 1750, e ripresa nella seconda metà dell'Ottocento, molto aperta sul petto e stretta in vita, che ricadeva sul dietro con un drappeggio a pouff. Anche corto soprabito maschile, in uso nell'Ottocento, spesso guarnito di pelliccia.

3) Calzatura con gambaletto allacciato, sia per donna sia per bambino, detta anche polacchina.