Questo sito contribuisce alla audience di

porosità

sf. [sec. XVI; da poroso].

1) Stato, condizione di ciò che è poroso.

2) In fisica, grandezza adimensionata che esprime il rapporto tra il volume dei vuoti che esistono in un determinato materiale e il volume complessivo. La porosità di un materiale acustico poroso può essere misurata con uno strumento, chiamato porosimetro, nel quale si esercita una data pressione su un campione del materiale mediante una colonna d'aria in pressione che agisce su una lastra che preme sul materiale. Dalla misura della variazione del volume della colonna d'aria dovuta a una data differenza di pressione si risale al volume totale dei pori.

3) In geologia e pedologia, caratteristica di una roccia o di un terreno consistente nella presenza di spazi vuoti. La porosità assoluta, P, è espressa dal rapporto tra il volume dei vuoti, v, e quello totale, vuoti e pieni, v+p, della roccia o del terreno, ; quindi indica il volume dei vuoti presenti nell'unità di volume delle rocce. La porosità tende a zero nelle rocce lapidee compatte, presenta valori tra 0,05 e 0,15 per le argille, mentre per sabbie e ghiaie si passa a 0,3-0,4; rocce molto porose sono i calcari cavernosi e le pomici in cui la porosità raggiunge valori di 0,7-0,8; i terreni organici hanno porosità 0,75-0,85%. Il volume percentuale dei vuoti presenti in una roccia e intercomunicanti definisce la porosità reale di quella roccia. La porosità si distingue in primaria o secondaria secondo che sia contemporanea al processo di formazione della roccia o dovuta a fenomeni successivi.

4) In metallurgia, soluzione di continuità costituita da cavità di varie forme, distribuite più o meno uniformemente all'interno di una matrice metallica. La porosità è caratteristica dei prodotti della metallurgia delle polveri (vedi sinterizzazione) e può essere intercomunicante o discontinua ossia caratterizzata da cavità comunicanti l'una con l'altra o separate. In genere è una caratteristica poco desiderata che si cerca di eliminare con vari metodi, in quanto provoca un peggioramento delle proprietà meccaniche dei pezzi. Nella produzione di cuscinetti autolubrificanti o di filtri, al contrario, se ne cura l'ottenimento mediante particolari accorgimenti per sfruttarla convenientemente.

Media


Non sono presenti media correlati