Questo sito contribuisce alla audience di

pròra

Guarda l'indice

Lessico

sf. [sec. XIV; dal latino prora, dal greco prō(i)ra].

1) Parte anteriore di una nave o di un'imbarcazione, detta anche prua.

2) Rotta che sta seguendo la nave: prora alla bussola, l'indicazione della bussola; prora magnetica, quella riferita al meridiano magnetico; prora vera, quella magnetica, corretta della declinazione. In particolare, angolo di prora, "Per l’angolo di prora vedi il disegno a pg. 42 del 18° volume." "Per l'angolo di prora vedi disegno al lemma del 16° volume." o semplicemente prora, l'angolo fra la direzione N della linea meridiana e l'orientazione prodiera dell'asse longitudinale della nave; tale angolo viene contato da 0º a 360º in senso orario, a partire dalla direzione N stessa.

3) Lett. nave: “degli Achivi era Crise alle veloci / prore venuto” (Monti).

Nautica

La prora può avere sezioni trasversali stellate e forma o profilo longitudinale di vario tipo, per esempio: a bulbo, avente un ringrosso (bulbo) che si protende in avanti nella parte immersa per migliorare il rendimento propulsivo; dritto, con profilo rettilineo, verticale o quasi; slanciato, con profilo molto inclinato in avanti; a rostro o a sperone, con profilo formante uno spunzone capace di provocare danni all'opera viva di nave nemica volutamente investita o speronata (usato nel periodo del naviglio a remi, ma anche durante la seconda guerra mondiale, su qualche unità di superficie, in funzione antisommergibile). Elemento strutturale importante della prora è la ruota di prora, di notevole robustezza, che chiude lo scafo a prora.