Questo sito contribuisce alla audience di

pressióne (lessico)

sf. [sec. XVII; dal latino pressĭo-ōnis, da premĕre, premere].

1) Atto, effetto del premere: esercitare una pressione col dito. Grandezza che esprime il rapporto tra l'intensità della forza che si esercita su una superficie, in direzione a essa normale, e l'area della superficie stessa. Indicando con p la pressione, con F l'intensità della forza e con S l'area della superficie, si ha p=F /S; nel Sistema Internazionale (SI) la sua unità di misura è il newton/m²(N/m). In accezioni specifiche: A) in fisica, per la pressione di vapore, o tensione di vapore, vedi vapore. Per un aeriforme la pressione critica è la pressione corrispondente al punto critico. Per la pressione di radiazione, vedi radiazione. B) In statica, per centro di pressione, vedi centro, equilibrio. C) In chimica, pressione osmotica, vedi osmotico. D) In botanica, pressione radicale, spinta esercitata dall'apparato radicale delle piante sui liquidi contenuti nel fusto; è uno dei fattori ai quali si deve il movimento ascendente della linfa e la causa specifica della fuoruscita di quest'ultima dalle ferite (cui viene dato comunemente il nome di pianto). E) Nella scienza delle costruzioni, vedi sforzo; curva delle pressioni, vedi funicolare. F) In meteorologia, pressione atmosferica, quella esercitata su un corpo dal peso della colonna d'aria sovrastante. G) In fisiologia, pressione sanguigna, forza premente esercitata dal sangue sulla parete dei vasi arteriosi (pressione arteriosa) e venosi (pressione venosa).

2) In varie loc. dell'uso corrente: mettere le macchine in pressione, far in modo che la pressione del vapore possa mettere in movimento le macchine; essere sotto pressione, di macchina a vapore in cui la pressione del vapore è tale da permetterne il funzionamento; fig., di persona molto affaccendata, che ha impegni urgenti.

3) Fig., insistenza, sollecitazione atta a forzare la volontà di qualcuno: subire pressioni politiche. Anche energia individuale o collettiva rivolta più o meno consapevolmente a un certo scopo: gruppo di pressione, designazione di vari organismi economici, industriali, commerciali che sono in grado, in virtù della loro potenza finanziaria, di determinare l'orientamento e la politica governativi. Più in particolare, in economia: pressione tributaria e fiscale, rapporto tra l'ammontare dei tributi, pagati in un determinato periodo di tempo dai contribuenti a tutti gli enti pubblici, e il reddito nazionale di un Paese. Per estensione, si parla di pressione demografica per indicare un fattore, inteso generalmente come dannoso e incontrollato, corrispondente a un rapido incremento di popolazione.

4) In aerodinamica è detto coefficiente di pressione, Cp, il rapporto tra la pressione che si ha localmente sulla superficie di un corpo investito da una corrente fluida e la pressione dinamica della corrente stessa. La conoscenza dei Cp di un corpo è di capitale importanza nel definirne le caratteristiche aerodinamiche in regime di comprimibilità.

5) In telefonia, pressione di contatto, pressione con cui vengono fatte aderire tra loro le puntine di un contatto telefonico allo scopo di stabilire una sicura connessione circuitale. La pressione di contatto varia con la qualità dei materiali impiegati per dette puntine e generalmente non scende sotto i 20 g.

6) In geologia, pressione di confine, detta anche litostatica o di seppellimento, è analoga alla pressione idrostatica: tende a comprimere una massa posta in un punto della crosta terrestre da tutte le direzioni ed è valutabile dal peso del prisma di rocce avente come base l'unità di superficie nel punto in questione e come altezza la profondità del punto terrestre. Pressione orientata, detta anche pressione unidirezionale, si esercita solo in un determinato senso e dipende non dal peso delle rocce sovrastanti, ma dai movimenti di masse rocciose per cause tettoniche.

Media


Non sono presenti media correlati