Questo sito contribuisce alla audience di

profago

sm. (pl. -gi) [pro-2+fago]. Batteriofago che, dopo infezione della cellula batterica, non è in grado di moltiplicarsi e di determinare la lisi del batterio, ma il cui DNA viene integrato nel genoma cellulare dell'ospite in una condizione che viene denominata “di latenza”. Diverse condizioni sperimentali o naturali possono alterare questo equilibrio provocando la distruzione della cellula ospite e la liberazione di numerosi fagi neoformati.