Questo sito contribuisce alla audience di

prognatismo

sm. [sec. XIX; da prognato]. Condizione secondo la quale il profilo facciale di un cranio, visto in norma laterale, presenta una proiezione anteriore della porzione ossea mascellare e mandibolare. La sua intensità viene misurata mediante la determinazione dell'ampiezza dell'angolo anteriore del triangolo formato dalle linee nasion-prostion e prostion-basion; i crani umani, d'accordo con i valori assunti da tale angolo, vengono classificati in: prognati (fino a 69,9º), mesognati (da 70 a 72,9º) e ortognati (da 73º e più). Un altro metodo è quello che utilizza l'indice gnatico (vedi anche faccia).