Questo sito contribuisce alla audience di

puerpèrio

sm. [sec. XIX; dal latino puerperíum, da puerpĕra, puerpera]. Periodo che va dalla fine del parto con l'espulsione della placenta al momento in cui gli organi genitali ritornano alle condizioni anatomiche e funzionali pregravidiche. Il puerperio dura in genere 6-8 settimane e si conclude con il ritorno delle mestruazioni, che, nelle donne che non allattano, compaiono 40-50 giorni dopo il parto. La patologia del puerperio, oggi molto più rara di una volta, comprende essenzialmente le emorragie, le infezioni, localizzate o diffuse all'intera cavità pelvica, e gli episodi di trombosi delle vene degli arti inferiori o della pelvi per le quali si rende necessaria una terapia anticoagulante. Più frequenti sono le infiammazioni delle mammelle che si verificano nei primi giorni di allattamento, favorite dall'ingorgo mammario e da eventuali ragadi del capezzolo che possono permettere l'entrata di germi patogeni.