Questo sito contribuisce alla audience di

rùmine

sm. [sec. XVIII; dal latino rumen-mínis, propr. gola]. Regione dello stomaco, detta anche pancione o panzone, dei Ruminanti, situata nella porzione esofagea di cui costituisce la parte preponderante. È rivestito da epitelio pluristratificato, privo di ghiandole, irto di papille che ne aumentano la superficie interna favorendo, con l'aumento della temperatura, le fermentazioni (a opera di batteri simbionti) necessarie per la digestione delle sostanze vegetali di cui i Ruminanti si nutrono. I microrganismi presenti all'interno del rumine producono due tipi di enzimi: le cellulasi, che permettono la digestione della cellulosa, e altri enzimi che scindono il glucoso in unità più piccole, direttamente assorbibili dal rumine. Inoltre durante le loro moltiplicazioni, tali batteri realizzano sintesi massicce di aminoacidi e proteine.

Media


Non sono presenti media correlati