Questo sito contribuisce alla audience di

radiale¹

agg. [sec. XIV; dal latino scientifico radialis, da radíus, raggio].

1) Lett., proprio di un raggio o di raggi.

2) Nella terminologia scientifica, di grandezza o di fenomeno relativi al raggio o comunque a direzione perpendicolare alla tangente. In particolare: A) in geometria, curva radiale, il luogo degli estremi liberi dei segmenti, applicati in uno stesso punto, equipollenti ai raggi di curvatura di una data curva C; questa curva C, rispetto alla curva radiale, dicesi anche antiradiale. B) In astronomia, di una quantità che venga misurata lungo la direzione che si diparte da un osservatore sulla Terra; si ha in particolare una velocità radiale, componente lungo la direzione radiale della velocità di una stella (o di altro corpo celeste); per convenzione si assume come positiva se la stella si allontana e negativa se viceversa la stella si avvicina all'osservatore; la velocità radiale di un corpo celeste viene misurata in base allo spostamento delle sue righe spettrali verso il rosso o verso il violetto (rispettivamente per un moto di allontanamento o di avvicinamento) per effetto Doppler.

3) Per estensione, linea tranviaria radiale, che s'irradia dal centro della città verso la periferia; pneumatico radiale (anche sm.), vedi pneumatico.

Media


Non sono presenti media correlati