Questo sito contribuisce alla audience di

reazióne (lessico)

sf. [sec. XVIII; da reagire, sul modello del francese réaction].

1) In senso generico, azione opposta a un'altra o da essa stimolata. Quindi, nell'uso comune, atto con cui si reagisce a offese, violenze e provocazioni di vario genere: accusato ingiustamente, ebbe una reazione di sdegno; il provvedimento ha suscitato l'immediata reazione dei cittadini. Anche effetto prodotto sull'organismo da determinati stimoli fisiologici: il farmaco può provocare una reazione febbrile. In particolare, in psicologia tempo di reazione, tempo intercorrente tra la presentazione di uno stimolo (per esempio, l'accensione di una luce o il suono di un campanello) e l'esecuzione di una risposta collegata allo stimolo (per esempio, la pressione di un pulsante). Si distinguono tempi di reazione semplice (un solo stimolo e una sola risposta possibili) e di scelta (il soggetto deve scegliere tra più stimoli e/o più risposte). I tempi di reazione sono stati introdotti nella psicologia sperimentale nel secolo scorso dallo psicologo olandese F. C. Donders e da allora sono stati impiegati in un numero elevatissimo di ricerche. Essi trovano anche un impiego negli esami psicotecnici. In etologia, comportamento messo in atto in conseguenza di uno stimolo.

2) Atteggiamento e comportamento politico inteso a impedire, anche con mezzi autoritari e non democratici, lo sviluppo in senso progressista di una società nazionale. Partendo da concezioni antirazionalistiche e tradizionaliste la reazione si distingue dal conservatorismo, che è oggi assunto a sinonimo di moderatismo in opposizione sia alle forze rivoluzionarie sia a quelle reazionarie.

3) Con specifiche accezioni tecniche: A) In meccanica, per il principio di azione e reazione, vedi dinamica; per le reazioni vincolari, vedi vincolo. B) In elettrotecnica, reazione d'indotto. C) In chimica, fenomeno per il quale una o più specie chimiche si trasformano in specie chimiche diverse, secondo rapporti stechiometrici definiti e costanti. D) In aeronautica, propulsori a reazione. E) In fisica, nell'ambito dei sistemi di controllo si ha una reazione in un processo nel caso in cui una grandezza variabile del processo stesso agisca su una seconda grandezza variabile, che, dal canto suo, opera sulla prima. F) In fisica nucleare, reazione nucleare, processo di trasformazione di un nucleo, spontaneo o indotto da interazioni con altri nuclei o particelle elementari. In particolare, reazione a catena, reazione in cui le particelle prodotte nella fissione di nuclei pesanti inducono la fissione di nuovi nuclei, di modo che il processo si propaga più o meno rapidamente a tutta la massa fissile (vedi bomba e reattore). Le reazioni termonucleari sono reazioni nucleari di fusione che si hanno con elementi di nuclei leggeri.