Questo sito contribuisce alla audience di

remissióne

Guarda l'indice

Lessico

sf. [sec. XIII; dal latino remissío-ōnis, da remittĕre, rimettere].

1) Il rimettere; il perdonare una colpa, il condonare una pena, un'obbligazione: con il pentimento si ottiene la remissione dei peccati. In particolare, istituto giuridico per il quale il creditore rinuncia al suo diritto e di conseguenza il debitore è liberato dall'obbligazione verso il creditore; remissione della querela. In alcune loc. ha il senso di possibilità di scampo, via d'uscita: dovette ubbidire senza remissione; non ci fu remissione.

2) Il sottomettersi al volere altrui: remissione al volere dei superiori.

3) In medicina, diminuzione della gravità dei sintomi caratteristici di una malattia o l'intervallo compreso fra due accessi febbrili, durante il quale la temperatura scende a valori subfebbrili o di apiressia, come nelle febbri intermittenti.

Diritto

La remissione del debito diventa operante quando è stata comunicata dal creditore al debitore e qualora questi dichiari di volerla accettare. Vale come comunicazione della remissione anche la restituzione del titolo obbligazionario al debitore da parte del creditore. Nel caso di fideiussione la remissione libera anche gli altri fideiussori se accordata al debitore principale; in caso contrario vale solo per il fideiussore cui è stata accordata; per l'obbligazione solidale la remissione accordata a uno dei debitori libera anche tutti gli altri, a meno che il creditore non abbia disposto diversamente; se sono diversi creditori, la remissione opera solo nei confronti di questo ed esclude tutti gli altri, che possono naturalmente esigere l'obbligazione. § La remissione della querela, nei delitti punibili a querela della persona offesa, estingue il reato. La remissione può essere processuale o extraprocessuale; quest'ultima, a sua volta, può essere espressa ovvero tacita, quando il querelante abbia compiuto fatti incompatibili con la volontà di persistere nella querela. Per gli incapaci, il diritto di remissione è esercitato dal legale rappresentante. La remissione non produce effetto se il querelato, espressamente o tacitamente, la rifiuta. Il diritto di remissione si estingue con la morte della persona offesa dal reato.

Media


Non sono presenti media correlati