Questo sito contribuisce alla audience di

reticoloendoteliale

agg. [reticolo+endoteliale]. In anatomia, sistema reticoloendoteliale (o sistema reticoloistiocitario, o fagocitico mononucleare), vecchia denominazione, ma ancora di uso corrente, attribuita a un insieme di cellule diffuse nell'organismo, aventi la capacità di assumere coloranti vitali, con proprietà di fagocitare microrganismi, detriti cellulari, ecc. Attualmente la notazione di sistema reticoloendoteliale è sostituita da quella di sistema fagocitico mononucleare, a cui si attribuiscono, oltre a quelle fagocitiche, anche funzioni di tipo immunitario e di tipo citotossico nei confronti di cellule neoplastiche. Il sistema fagocitico mononucleare comprende i macrofagi dei tessuti e i loro precursori, i monociti circolanti. I monociti a loro volta derivano dalla cellula staminaletotipotente del midollo osseo, progenitrice anche di tutti gli altri elementi figurati del sangue (granulociti, linfociti, globuli rossi, piastrine). Tutte queste cellule sono particolarmente numerose in alcune sedi anatomiche: fegato (cellule di Kupffer), milza e linfonodi, polmone (macrofagi alveolari), sistema nervoso (cellule della microglia); ma sono altresì in grado di migrare nelle sedi di infiammazione, e possono anche andare incontro a processi proliferativi di natura patologica, denominati istiocitosi.