Questo sito contribuisce alla audience di

retroazióne

sf. [retro-+azione].

1) In cibernetica e nei controlli, lo stesso che reazione negativa.

2) In etologia, effetto di un comportamento sul meccanismo che controlla il comportamento stesso in modo da provocarne la cessazione (retroazione negativa) o la continuazione (retroazione positiva). Per esempio, il gonfiore dello stomaco, che consegue all'ingestione di alimenti, agisce, tramite stimoli nervosi, sui centri della fame, provocando l'interruzione dell'ingestione di alimenti (retroazione negativa); la disposizione aggressiva degli animali che lottano per il dominio gerarchico o di un territorio è aumentata dal successo nella lotta, sicché ogni vittoria li rende più inclini a combattere (retroazione positiva).

3) In organizzazione aziendale, dipendenza logica fra le scelte effettuate in un istante e gli scostamenti, rilevati nel periodo immediatamente precedente, rispetto agli obiettivi programmati.

Media


Non sono presenti media correlati