Questo sito contribuisce alla audience di

ricàmbio

sm. [da ricambiare].

1) Il ricambiare: ricambio di gentilezze; fare, ricevere qualche cosa in ricambio, in contraccambio; in particolare, pezzi di ricambio, elementi costitutivi di una macchina, in particolare di un autoveicolo o motoveicolo, venduti singolarmente per essere montati al posto del pezzo originale corrispondente, usurato o avariato. I pezzi di ricambio vengono appositamente costruiti dagli stessi fabbricanti, o da officine collegate, generalmente fino a 10-15 anni dopo la cessazione della produzione del manufatto.

2) In biologia, insieme dei processi vitali degli organismi animali e vegetali che permette l'utilizzazione dei composti naturali al fine di produrre energia e nuova sostanza organica, eliminando nel contempo le sostanze prodotte e inutilizzabili. In senso stretto, in fisiologia, equivale a metabolismo. Malattie del ricambio, quelle che sono una conseguenza più o meno diretta dell'alterata funzionalità biochimica dell'intero organismo o di alcuni suoi organi, in particolare del metabolismo cellulare; comprendono diabete, gotta, lipoidasi, varie forme di obesità o di magrezza, alterazioni percentuali nei liquidi organici di alcuni composti normalmente in circolo (per esempio, ossaluria, alcaptonuria, emocromatosi, ecc.).

Media


Non sono presenti media correlati