Questo sito contribuisce alla audience di

riflessióne (filosofia)

atto con cui il pensiero prende a oggetto se stesso, cioè il “prestare attenzione a ciò che è in noi” (Leibniz). Aristotele allude alla riflessione quando parla di “pensiero di pensiero” come della conoscenza prima e perfetta, che consiste nell'immediato autopossesso dell'intelletto. Sulla stessa strada è pure San Tommaso. Locke fa consistere la riflessione nella conoscenza attraverso la quale l'intelletto chiarisce a se stesso le proprie operazioni; Kant distingue la riflessione “logica” da quella “trascendentale”: la prima consiste nel semplice confronto delle diverse rappresentazioni, la seconda invece mette in questione la stessa possibilità del confronto. A questo problema kantiano Schelling dà una soluzione idealistica, affermando che “la riflessione non potrebbe essere trovata nell'Io da nessuna attività se non fosse già posta sinteticamente nello stesso”.

Media


Non sono presenti media correlati