Questo sito contribuisce alla audience di

rigògolo

sm. [sec. XIII; latino aurigalbŭlus, propr., uccello giallo-oro]. Nome delle varie specie di Uccelli Passeriformi della famiglia degli Oriolidi e in particolare di quelle appartenenti al genere Oriolus. Il rigogolo europeo raggiunge una lunghezza di 24 cm ed è noto soprattutto per la vivacissima colorazione dei maschi, il cui piumaggio è giallo brillante con ali e coda neri; le femmine sono verdi superiormente, biancastre con striature scure inferiormente. Assai timido, al minimo accenno di pericolo si rifugia nella chioma degli alberi, che raggiunge con volo rapido e ondulato, simile a quello dei picchi. Frequenta boschi, parchi, giardini fittamente alberati e si nutre di insetti e delle loro larve, nonché di frutta; il suo canto è forte e modulato; il nido, a forma di paniere, viene costruito alla biforcazione orizzontale di un ramo. Oltre che in Europa è presente in Asia. Le popolazioni europee migrano in Africa al sopravvenire dell'inverno. Col nome di rigogolo testa nera si indicano una specie asiatica (Oriolus xanthornus) e una africana (Oriolus larvatus), che differiscono dal rigogolo europeo per il colore della testa. In Africa vivono inoltre il rigogolo africano (Oriolus auratus), dal piumaggio quasi completamente giallo, e il rigogolo testa verde (Oriolus chlorocephalus).

Media

audio